Complesso di Montecristo (Ist. Agrario)

Il colle che si incontra fuori dalla porta di borgo costituisce il Complesso di Montecristo che attualmente è sede dell’ Istituto Tecnico Agrario “Augusto Ciuffelli”. La storia di questo complesso inizia già dal XII secolo prima con un monastero di padri benedettini poi dal 1248 con un monastero di clarisse provenienti da Collazzone. La bolla di fondazione del monastero sul colle denominato allora Tubelo è datata 11 luglio 1248. La sua costruzione è dovuta alla volontà di sottrarsi alle incursioni militari dell'esercito regio  nella guerra  allora in atto tra la Chiesa e Federico II. Nel 1328 il Monastero di Montecristo fu coinvolto nelle tumultuose vicende legate all'arrivo in Todi dell'Imperatore Ludovico il Bavaro e dell'antipapa Niccolo V. Nel 1357 il Cardinale Egidio Albornoz riusci a riconquistare il monastero e lo riconsegnò al pontefice. Non vi sono notizie del Convento di Montecristo  nel XV sec. e sono scarse anche quelle relative al XVI sec. che emergono dalla bibliografia edita, ma da alcuni documenti conservati presso l'archivio comunale di Todi è possibile evidenziare le vicende più significative che interessarono il monastero nel 1600. Nel 1647 la Chiesa del Monastero divenne sede della fraternità e cappella del rosario e fu dedicata all'Ascensione. Secondo lo storico Getulio Ceci in questo convento morì Jacopone da Todi e il suo corpo vi rimase fino al 1433 quando, ormai in fama di beato per ordine del comune le sue ossa furono portate dapprima nel vicino Ospedale della Carità e poi nella sacrestia di San Fortunato. Nel 1794 su segnalazione del visitatore apostolico Cardinale Stefano Borgia il Monastero di Montecristo fu soppresso e il complesso fu adibito ad Ospedale. Fu Papa Pio VI che ordinò la soppressione del monastero e concesse i suoi beni compreso il fabbricato all'Ospedale della Carità. Il complesso divenne così la sede dell'Ospedale della Carità, il più antico dell'Umbria. Nello stesso complesso il popolo tuderte aveva istituito anche un ospizio per i bambini abbandonati e per gli infermi, sul luogo dove secondo la tradizione San Francesco aveva costruito una capanna per il riparo di un infante morente per la fame e per il freddo. L'ospizio dell'infanzia abbandonata rimase nel complesso di Montecristo fino al 1885 dopo di che il fabbricato divenne sede della Regia Scuola Pratica di Agricoltura. L' Istituto ebbe origine con la fondazione di una colonia agricola alle dipendenze della Congregazione di Carità riconosciuta con Regio Decreto del 1864. Venne ridenominato prima Regia Scuola  Media di Agricoltura (1923) e successivamente  Istituto Tecnico Agrario (1933). Il Complesso è divenuto di proprietà dell'Ente La Consolazione E.T.A.B. per effetto della fusione disposta, con decorrenza 1.1.2003, dalla Regione Umbria delle Opere Pie Amministrate dalle I.R.B di Todi, tra cui l'Opera Pia della Consolazione.


Web link

Sito della Fattoria didattica


Terreni in uso gratuito e perpetuo all'IIS Ciuffelli - Einaudi






Galleria di immagini